top of page

blog

 

Holi Magazine

Aiuto il mio cane è bravissimo in campo, ma un disastro a casa!

Nel bel mezzo di un percorso di educazione cinofila, a volte può succedere di avere un cane bravissimo e agli ordini mentre si fa lezione, ma totalmente ingestibile e disubbidiente tra le mura domestiche.



Indice


Perché succede questo?


Non dobbiamo assolutamente pensare che il nostro cane ci voglia fare i dispetti, anche perché non è un comportamento che gli appartiene. Al contrario si comporta in relazione al nostro atteggiamento. Succede quindi che mentre siamo al campo cinofilo e dobbiamo insegnargli alcuni esercizi, siamo pienamente dedicati a lui e abbiamo anche la pazienza di comunicare in modo corretto. Alle volte succede che tra le mura domestiche, soprattutto per la nostra mancanza di tempo, tralasciamo certi comportamenti che non sarebbero tollerati a lezione, oppure pretendiamo che il cane ci capisca al volo, quando invece è importante lasciarlo ragionare sulla nostra richiesta.


Anche il nostro atteggiamento è importante, la calma e la fermezza sono le migliori qualità che dovremmo ricercare mentre comunichiamo con il nostro cane, sicuramente la fretta e l’impazienza non portano a buoni risultati.

Come possiamo migliorare la situazione?


Innanzitutto, il primo passo da fare è essere coerenti. Proviamo a metterci nei panni dei nostri cani. Loro sanno che ogni volta che vengono al centro cinofilo, noi passiamo del tempo di qualità assieme a loro e non solo, vengono pure premiati per questo! Il cane si sente utile, appagato e apprezzato per ciò che fa e oltre a far felici noi, questo rispecchia anche un suo bisogno di specie. In natura, infatti, ogni membro del branco coopera e mette a disposizione le proprie abilità per la sopravvivenza di tutti. Durante l’evoluzione il cane si è formato per vivere e lavorare affianco all’uomo. Da questo possiamo capire quanto per loro sia importante e letteralmente scritto sui geni, svolgere attività di qualità assieme a noi.

Viceversa, la casa spesso è un luogo ricco di fraintendimenti: “Sono triste, vieni qui sul divano con me che ci facciamo le coccole?” E il giorno dopo: “Oggi ho pulito il divano, non puoi salirci!”.


Purtroppo, il cane non riesce a capire perché il giorno prima poteva fare una cosa e il giorno dopo non può più. Ed è qui che entra in gioco la nostra coerenza: per creare il miglior rapporto possibile, ciò che serve fare è essere chiari in ciò che chiediamo al nostro cane e non cambiare continuamente idea. In questo modo il cane saprà esattamente qual è il suo ruolo e non si creeranno confusioni inutili nella sua mente. Essere chiari e coerenti porterà anche il cane a fidarsi di più di noi e a essere maggiormente predisposto ad ascoltarci di più in ogni contesto. Diventeremo il suo vero e proprio punto di riferimento!


Che fare in pratica?


Oltre ad essere coerenti, è importante anche dare al cane alcune regole tra le mura domestiche. In un branco in natura, infatti, lui sa perfettamente qual è il suo ruolo e cosa si può o non si può fare. Dobbiamo sempre tenere a mente che il cane è una specie diversa dalla nostra, con un suo proprio repertorio comportamentale. Il fatto di conoscere esattamente la sua posizione e il suo ruolo in famiglia, lo fa essere un cane più tranquillo e rilassato e migliorerà anche la sua gestione in casa.


È per questo che noi di Holi Cinofilia dedichiamo una parte del percorso di educazione alla conoscenza del comportamento del cane, soffermandoci sulle regole per una buona gestione del cane in ogni situazione, sia a casa, che al campo. Scopri di più sui nostri corsi!

65 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page